Monte Frumentario

l cittadino di Cave Sante Cappella, con testamento in data 19 dicembre 1563, stabilì che, dopo la sua morte, fosse eretto con parecchi suoi beni un "Monte" i cui frutti dovevano essere distribuiti tra i poveri del paese.

Ma il Monte presto cambiò natura e, già intorno al 1575, era diventato un monte frumentario, e sempre operò con questa caratteristica. I Monti Frumentari, nati sul finire del XV secolo ad opera di religiosi, come applicazione pratica dei Monti di Pietà, erano istituti di beneficenza  a favore delle classi rurali e praticavano il prestito del grano, generalmente su pegno, per la semina e per il consumo. Essi ebbero un ruolo importante nell'economia agraria italiana nei secoli XVI - XVIII.

Ma quando fu istituito il locale Consorzio Agrario che poteva fornire sementi selezionate e di buona qualità e, per di più, concedere sovvenzioni in denaro agli agricoltori, la funzione del Monte Frumentario si esaurì.

Perciò il Monte, assorbito dalla Congregazione di Carità con Decreto Reale del 15 dicembre 1907, fu posto in liquidazione e il ricavato andò ad incrementare il patrimonio dell'Ospedale Mattei.