3° SETTORE < Lavorazione dell'uva >

Questo settore è dedicato alla Cantina. Sia sul lato destro sia su quello sinistro vede tutti gli attrezzi che riguardano la lavorazione dell’uva e la conservazione del vino. Le bigonce (biùnzi) servivano per trasportare l’uva dalla vigna alla cantina; la pigiatrice (trescarola) serviva, per pigiare l’uva con i piedi; imbuti di legno, in ferro e rame (mmattatore) servivano per immettere il vino nella botte; cavole, cavolette, spinette servivano per prelevare il vino e favorire il travaso a mano; trivelletti (trivijo) per bucare la botte e assaggiare o prelevare il vino e poi richiudere il buco con un bastoncino appuntito (zeppo); copelle (cupelle) usate per trasportare il vino dalla cantina a casa o in campagna; damigiana e bottiglione; barili; pompe azionate a mano per il travaso del vino; soffietti (zoffietto) per dare zolfo all’uva contro la battride (collero); macchine azionate a mano per trattamenti antiparassitari; botticella come simbolo delle grandi botti da mille litri per la conservazione del vino; sondino per prelevare campioni di vino dalla botte; la scaletta del cantiniere; tipico secchiello dei Padri Conventuali usato quando andavano per elemosina in campagna o nelle case per avere un po’ d’olio o di vino.