LA PRINCIPESSA MARIANNA E IL PRINCIPE ANDREA

In un palazzo situato a Paliano, all'entrata del paese sopra alle mura e attaccato alla chiesa grande, vivevano un principe di nome Marco, una principessa di nome Caterina e la loro figlia Marianna.Federica
Il palazzo era grande, con tante stanze.
Era circondato dalle mura alte con guardiani e sentinelle.
Dentro al cancello c'erano le armature, le spade, le lance e gli scudi,   gli elmi con i pennacchi, i quadri, i tappeti e mobili antichi.
Dentro il salone c'era un grande tavolo dove si mangiava.
Nel centro del palazzo c'era un giardino, un porticato e anche una cappella.
C'erano camerieri e paggetti e nella camera della principessa Marianna c'erano tanti vestiti e bambole di pezza colorata.
I cavalieri e i messaggeri andavano a cavallo, le signore in carrozza.
Un giorno il principe con la principessa fecero un bella festa.
Invitarono tutti gli abitanti e venne anche un principe di nome Andrea.
TatianaQuesto principe era gentile, bello, forte e buono.
Andò subito vicino a Marianna e le disse:
-  Mi concedi un ballo?
Va bene. - Disse Marianna.
Dopo il ballo Marianna invitò
il principe a visitare il palazzo.
Gli fece vedere la sua camera.
- E' accogliente! - disse il Principe.
Arrivarono al giardino, si sedettero sulla panchina vicino ad una aiuola fiorita e il principe disse:
- Ti voglio!
- Anche io -. Si diedero un bacio e Marianna si fece rossa come un papavero.
- Ti amo amore mio e ti voglio sposare! - disse Andrea.
Lo dissero ai genitori che furono contenti.
Fissarono la data
del matrimonio, si sarebbero sposati il giorno 22 maggio alle ore 11 del mattino.
Lo vennero a sapere la strega cattiva e sua figlia che abitavano in un bosco vicino alla fontana del diavolo.
Un giorno che il principe andava al palazzo la strega fece
impazzire il cavallo di Andrea che galoppò sino a casa sua e lo legò con le catene.
Di notte la strega prese la principessa  ancora addormentata e la chiuse nella torre del castello che sta sulla collina.
Quando si svegliò, Marianna si mise a piangere e pensava ad Andrea.
La strega aveva fatto questo perché era gelosa e voleva far sposare Andrea a sua figlia Genoveffa.
I
genitori cercarono per tutto il castello, la cercarono le guardie, le dame e i cavalieri e anche i paggetti.
Tutti dicevano:
- Dove sei? Torna a casa!
- ma nessuno rispondeva.
Una notte Marianna piangeva ancora più forte e si sentivano i lamenti per tutta la casa e per tutto il paese. Questo principe.........
Allora capirono che era chiusa nella torre, ma non potevano entrare perché la porta era stregata.
I
genitori inviarono un cavaliere a chiamare la fatina amica di Marianna che abitava in un castello alla Selva, ma in quel momento non c'era.
Dopo tanto cercare la trovarono in via delle Fontanelle perché era andata a trovare una sua amica.
La fatina che aveva il vestito tutto rosa arrivò subito perché voleva bene a Marianna.Simonetta
Quando vide la principessina nella prigione, prese la sua bacchetta e pronunciò le parole magiche:
- Fiore profumato, uccello rapace, mela matura libera questa creatura!
Subito la porta si aprì e Marianna uscì.
Abbracciò i genitori
e chiese di Andrea.
La fatina cercò Andrea e lo trovò incatenato alla fontana del diavolo.
Lo liberò e lo portò al palazzo.
La strega se ne
accorse e insieme a Genoveffa andarono al palazzo per uccidere la fata.
Si incontrarono nel cortile, la fata prese la
bacchetta magica, fece diventare la strega un maiale che andò sotto le mura del paese. La fatina rosa fece crollare un pezzo di mura che seppellì il maiale ovvero la strega.
Marianna e Andrea si sposarono e fecero una grande festa, si baciarono di nuovo e vissero felici e contenti.